Il Monastero si trova sugli Asterousia occidentali, ad un’altitudine di 250 m. È uno dei più importanti e grandi monasteri di Creta, con possedimenti in diverse zone dell’area.
Fu fondato nel XIV secolo e il suo nome è probabilmente legato all’icona del Monastero Odigon di Costantinopoli. Durante le lotte rivoluzionarie del 1821 e del 1866, il Monastero appoggiò i ribelli e fu distrutto per rappresaglia dagli Ottomani.

Il monastero aveva la struttura di una fortezza e un’imponente cinta muraria, di cui ancor oggi si vedono le tracce. Nel corso dei secoli sono stati aggiunti edifici come il portone d’ingresso del 1568, il frantoio (XVII-XVIII secolo), la mensa (1782), la torre di Xopatera (XIX secolo), aree accessorie e altri ambienti (XVIII-XIX secolo) e la casa del priore (inizio del XX secolo).

La chiesa, a doppia navata con nartece, è dedicata alla Dormizione della Vergine e agli Apostoli Pietro e Paolo. Sia la chiesa principale che il nartece furono affrescati nel XIV sec. con interessanti raffigurazioni dei santi e asceti. Le 4 icone dispotiche dell’iconostasi, di grande valore storico e artistico, furono realizzate dal noto pittore della Scuola Cretese Angelo.

The project is implemented through the Regional Development Fund of Crete
Skip to content